archidue studio
francesco bortolini chiara visentin architetti | studio | progetti | ricerca | pubblicazioni | contatti |    
   

 

Chiara Visentin

Chiara Visentin (Padova 1967), architetto, dal 2002 insegna Progettazione architettonica alla Facoltà di Architettura dell'Università degli Studi di Parma. Svolge ricerca dal 2006 presso la stessa Facoltà sui temi de "La Memoria dello spazio collettivo nel progetto contemporaneo". È dottore di ricerca alla Facoltà di Architettura di Genova in "Problemi di Metodo dell’architettura". Ha il Post-PhD dalla Facoltà di Ingegneria di Padova con uno studio su Gio Ponti. È stata docente a Genova e Padova.

Formatasi allo IUAV di Venezia con Aldo Rossi, si è laureata con lode. Ha studiato a lungo alla Columbia University di New York e alla Heriot-Watt University di Edimburgo, dove ha concluso la Final Dissertation. Invitata all’Estero come visiting professor, partecipa a convegni, conferenze, seminari in Italia e all’Estero; è tra gli organizzatori di conferenze internazionali e di workshop progettuali.

Ha partecipato partecipa a vari Programmi di ricerca scientifica PRIN. Dal 2009 è nel Comitato scientifico dell’Istituto Alcide Cervi. Collabora ed è redattore di Area, Materia, Process Architecture, EdA Esempi di Architettura, per le quali ha scritto più di un centinaio di saggi. Sue ricerche sono pubblicate in vari atti di Congressi nazionali e internazionali.

Tra i suoi libri si ricordano: "Identità e Forma", Firenze 2002 (con D. Mittner); "L'equivoco dell'eclettismo. Imitazione e memoria in architettura", con prefazione di P. Portoghesi, Bologna 2003; la traduzione di W. Lethaby, "Architettura, Misticismo e Mito", Bologna 2003; "Storia, tradizione e innovazione negli edifici padovani di Gio Ponti", Vicenza 2005; "Lo Spazio Pubblico", Saonara 2007; "Andrea Palladio e la costruzione dell'architettura", Padova 2008 (con A. De Poli); "L’Architettura dei Luoghi", con prefazione di J. A. Agnew, Padova 2008," Aldo Rossi a Borgoricco", Padova 2009; "Ernesto Nathan Rogers e la costruzione dell’architettura", Parma 2009 (con A. De Poli); "Riqualificare gli spazi tra gli edifici", Cavriago 2009 (con M. Bruzzone); "Il Fiume e la Comunità. Progetti e figure tra il centro storico e la golena di Boretto", Parma 2010. Dal 1998 svolge attività professionale.

Nel 2005 e 2006 ha vinto due importanti concorsi internazionali a Venezia e a Belgrado. È stata degna di menzione in altri. Insieme all’Archiduestudio ha progettato e realizzato dal 2006 restauri, progetti di spazi pubblici e privati e partecipato a concorsi di progettazione nazionali ed internazionali.